venerdì 21 settembre 2018

C.I.S. Regionale U16: Brescia qualifica 3 squadre

Si è concluso da pochi giorni il C.I.S. U16 fase regionale, di cui vi avevamo dato notizia in un nostro precedente articolo che potete rileggere QUI.
Domenica 16 Settembre, con l'ottima organizzazione da parte dell'Asd La Compagnia della Torre, a Puegnago del Garda, presso il Palazzetto dello Sport di via G. D'Annunzio, si sono affrontate 36 squadre, 157 bambini e ragazzi in rappresentanza di 14 società lombarde.
Prima di parlare dei risultati e sottolineando ancora una volta l'organizzazione ottima, merito del Circolo organizzatore e dello staff arbitrale ( composto da Gisolini, Pino, Rancati, Migliorati e Greco), qualche nota estemporanea, come un fastidioso sassolino nelle scarpe, la scriviamo subito, giusto per non farcela scivolare via dalla memoria.
Sono ben più di 50 le Società lombarde. Di queste, quindi, solo il 24% ha preso parte a questa importantissima manifestazione giovanile. Sono circa 1092 gli Under 16 lombardi tesserati, quindi appena il 13% era presente a questo Campionato Regionale. Basterebbero questi dati a spingere verso una riflessione profonda coloro che devono prendere decisioni per il bene del movimento scacchistico lombardo. Il sottoscritto, con una ricerca non certo approfondita, ha cercato anche i dati delle passate edizioni, trovando purtoroppo una simile corrispondenza.
I temi sono certo tanti (gestione del Calendario, Logistica degli eventi, Promozione degli stessi, ecc...) , ma se si volgiono premiare gli sforzi che i vari Circoli svolgono sul territorio, promuovendo gli scacchi a livello giovanile, non credo che possano essere elusi, devono, al contrario, essere affrontati come la ricerca della mossa migliore in posizione complicata.

LE CLASSIFICHE

UNDER 101 - TORRE BLU (Compagnia della Torre) - punti 12 (qualificata)
2 - CASTELLETTO KILLER (Il Castelletto) - punti 10 (qualificata)
3 - ACCADEMIA UNDER 10A (Accademia Scacchi) - punti 8 (qualificata)

UNDER 121 - EXCELSIOR U12 A (Excelsior) - punti 10 (qualificata)
2 - TORRE GIALLA (Compagnia della Torre) - punti 10 (qualificata)
3 - ACCADEMIA UNDER 12A (Accademia Scacchi) - punti 9 (qualificata)
4 - ACCADEMIA UNDER 12B (Accademia Scacchi) - punti 7 (qualificata)

UNDER 16
1 - ACCADEMIA UNDER 16 (Accademia Scacchi) - punti 11 (qualificata)
2 - EXCELSIOR U16 A (Excelsior) - punti 9 (qualificata)
3 - TORRE ROSSA (Compagnia della Torre) - punti 8 (qualificata)
​4 - ACCADEMIA UNDER 14A (Accademia Scacchi) - punti 8 (qualificata)
​5 - CASTELLETTO YOUNG (Il Castelletto) - punti 7 (qualificata)

Potete visionare altri risultati e tutto il torneo alla pagina che il Comitato Regionale Lombardo ha dedicato al Campionato Regionale a Squadre Under 16 (QUI).

GRANDE AFFERMAZIONE DELLA COMPAGNIA DELLA TORRE

Grazie alla prova superlativa dei giovani della Compagnia della Torre, ben tre squadre bresciane si qualificano per la fase Nazionale. Da sottolineare la prova di forza della squadra U10 che arriva prima a punteggio pieno e con i migliori risultati di scacchiera. Vale la pena ricordare tutta la squadra composta da Tommaso Salvi, Arturo Salvi, Sergio Gorlani e Angela Sirignano. Salgono sul podio anche la Squadra U12 e la Squadra U16, torneo quest'ultimo di forza rilevante. L'Asd Scuola di Scacchi Torre&Cavallo ed il Circolo Scacchi Ghedi, invece, non brillano, mentre erano assenti l'AD Scacchi Franciacorta e l'Associazione Garda Scacchi.
Brescia conferma, comunque, la sua ottima crescita nel settore giovanile, che trova la sua punta di diamante nell'ottimo lavoro che gli Istruttori della Associazione Dilettantistica Sportiva La Compagnia della Torre, Moro, Bosio, Bossoni e Sirignano stanno svolgendo. Le altre Associazioni stanno, ad ogni modo, svolgendo un buon lavoro nel costruire e rafforzare il proprio vivaio. Speriamo che tutti questi sforzi  portino ad una sana competizione e a una crescita qualitativa del movimento scacchistico in provincia.
Alcuni, risultati si vedono già. Altri speriamo di poterli descrivere con dovizia di successo.


domenica 16 settembre 2018

Ricci Curbastro: Giovani e Vecchi Maestri

Si è svolto ieri, sabato 15 settembre, il Memorial Ricci Curbastro. Torneo divenuto oramai tradizionale appuntamento del calendario scacchistico bresciano, come anticipato in un nostro articolo che potete rileggere QUI.
In un caldo pomeriggio di un'estate settembrina, le cantine dell'Azienda agricola Ricci Curbastro hanno ospitato ben 33 agguerriti scacchisti. Ottima, quindi, la partecipazione per questa Quinta Edizione. Come di consueto due i tornei dipsutati: un Open Assoluto, che ha registrato 24 giocatori presenti;  un Torneo Under 16, con 9 piccoli scacchisti ai nastri di partenza.

Il Torneo Junior

Partiamo, allora, proprio dai giovani. A spuntarla e salire sul gradino più alto del podio è stato Cirelli Ramon che ha chiuso il torneo con 7,5 punti su 8; a conquistare il secondo posto è stato Bracchi Davide, distaccato di un solo punto; sul gradino più basso sale, invece, Bergoli Carlo che ha ottenuto 6 punti su 8. Un buon inizio di stagione per questi ragazzi, che avranno sicuramente modo di farsi valere durante i tornei giovanili del Grand Prix Semilampo Bresciano.


Il Torneo Open

Ritornando all'Open Assoluto, è innanzitutto da sottolineare la forza del torneo. Dando, infatti, un rapido sguardo alla lista dei partecipanti, si nota subito che conquistare un posto al sole era arduo ed impegnativo. Per darne una visone completa vi abbiamo preparato un grafico, dal quale potrete velocemente comprendere la qualità della manifestazione.



Memorial Ricci Curbastro Statistiche
Scheda Statistica
Forza e qualità che, del resto, si sono riflesse anche nella classifica finale. Sono infatti arrivati a pari punti, 5,5 su 7, i primi tre del torneo e solo lo spareggio tecnico ha deciso su quale gradino del podio dovessero mettere i piedi. A spuntarla per il primo posto è stato il giovane Maestro Fide bresciano Lumachi Gabriele, che ha avuto la meglio sul veterano Candidato Maestro Agnelli Francesco, mentre sull'ultimo gradino del podio è arrivato il Candidato Maestro Gosio Denis.
Una menzione particolare merita anche la prestazione di Magnani Lorenzo, già vincitore del Lampo di Fine Estate di Manerba del Garda, che si conferma in grande crescita e forma. Ha chiuso, infatti, la sua prestazione con un brillante 5 su 7, chiudendo al quarto posto.


Considerazioni Finali

Chiudiamo questo nostro aggiornamento con due note a margine.
Quest'anno, purtroppo, il Memorial è capitato a ridosso del Campionato Under 16 a Squadre, questo non ha favorito la partecipazione degli altri Circoli impegnati a preparare questo importante evento. La partecipazione registrata, tuttavia, denota quanto il Circolo storico della provincia di Brescia goda di ottima salute.
Il secondo gradino del podio è stato conquistato da un semprevivo Francesco Agnelli. Lo scrivente ignora quante siano le edizioni di questo torneo vinte dal Candidato Maestro bresciano, ma questo ennesimo e molti altri risultati dimostrano, se ce ne fosse ancora bisogno, quanto il titolo di Maestro è perfetto e giusto davanti al suo nome.


martedì 11 settembre 2018

I Tappa VI GPB: Settembre a Marcheno

Foto premiazione V Grand Prix Bresciano
Non sarà certo uno di quei traumi da indurci ad andare dallo psicologo, tuttavia settembre, con la sua battaglia della sera che raggiunge sempre prima il tramonto, in una gara senza soluzione di continuità, e le sue albe che stridono tra i ricordi, profumi e cibi delle vacanze e i buongiorno ritmati dalla routine al lavoro; settembre, dicevamo, si prende la libertà di arricchirci con le sue prime coperte, fatte di malinconia e leggera depressione.
Non so, se ancora oggi, i Tg ripropongono quegli inutili servizi per allontanarvi dai vostri cicli biologici, da benedire con la vita, poiché da sola basta a guarire da tali ed altre sante emozioni. E sì, soddisfo la vostra curiosità, la Tv l'ho barattata con un Pirandello, lasciando al discernimento d'ognuno su chi o cosa abbia tratto vantaggio da questo mercato.
Allora, cosa facciamo, resteremo assopiti finché altre onde e creste non verranno a rubarci al lavoro? No, cari lettori. Seguite l'esempio degli scacchisti: la vita si combatte con la vita!
Gli scacchisti bresciani, sicuramente, avranno già preso appunti ad agosto. Molte nuove battaglie li aspettano sul territorio provinciale e altri viaggi, incontri e ricordi da collezionare si prospettano vicini, e ricchi di nuove sfide.
Tra pochi giorni, infatti, riprenderà il via ufficialmente la stagione scacchistica bresciana con il Campionato Under 16 a squadre, di cui vi avevamo dato notizia in nostro articolo (QUI). Molti altri sono gli appuntamenti amatoriali che hanno già preso il via o avranno luogo nelle prossime settimane.

PRIMA TAPPA: MARCHENO

Settembre è sempre un mese ricco di appuntamenti, il più atteso dei quali, da sei anni a questa parte, è diventato, senza ombra di dubbio, il Grand Prix Semilampo Bresciano. Come ogni anno, il carrozzone scacchistico visiterà dieci comuni della provincia di Brescia, i quali patrocineranno le varie tappe. Gli scacchisti, giovani e meno giovani, invece, lo inseguiranno per dieci mesi, da settembre fino a giugno, per essere eletti, ognuno nella propria categoria, vincitori della manifestazione.
Ad ospitare la prima tappa di questo evento, sarà Marcheno, presso la Scuola Primaria “Tito Speri”, domenica 30 Settembre. Scelta che non è stata casuale. L’Istituto Comprensivo di Marcheno, infatti, è stato uno dei primi, sin dal 2013, a inserire il progetto “Scacchi a Scuola” tra le attività scolastiche. Non a caso, infatti, il comune montano della Val Trompia, che tra il 1906 e il 1934 ha ospitato anche una fermata della tranvia delle Val Trompia, è uno dei paesi che,  nel corso di tutti questi anni, numerose manifestazioni scacchistiche ha ospitato presso le sue sedi.
La Manifestazione, suddivisa in un Open aperto a tutti ed un torneo riservato agli Under 16, prevede 7 turni di gioco a sistema svizzero con cadenza di 12 minuti più 3 secondi a mossa, assegnati dall'inizio della partita ad ogni giocatore. Verranno premiati i primi 3 di ciascun torneo e, inoltre, i primi di ogni categoria per quanto riguarda l'Open, mentre tra gli Under 16 riceverà un premio anche il primo classificato tra quanti frequentano le scuole Primarie.
Per tutte le altre informazioni, per le iscrizioni e maggiori dettagli potete visitare la pagina ufficiale della manifestazione, di cui vi alleghiamo link diretto.

BANDO, ISCRIZIONI E INFORMAZIONI

Non vi resta che mettere da parte il vostro tepore settembrino, scrollarvi, come briciole sulla maglia i ricordi che vi tengono al guinzaglio della nostalgia estiva, e correre verso nuove battaglie di vita, pardon di scacchi!

sabato 8 settembre 2018

I Numeri Interrogativi

A distanza di poco più di un anno dalle nostre annotazioni tra case bianche e nere, volgiamo ancora una volta lo sguardo ai numeri del movimento scacchistico bresciano. Lo facciamo, certo, per tirare le somme, ma vogliamo anche, con queste poche e non molto approfondite righe, lanciare alcuni spunti di riflessione per il futuro sviluppo degli scacchi in provincia e, forse, non solo.
Cominciamo subito con il dire che, per quanto riguarda l'attività organizzativa di manifestazioni e tornei, Brescia e provincia godono di ottima salute. Sono moltissimi i tornei amatoriali e di circolo, basta dare un'occhiata al Calendario Eventi. Grazie all'organizzazione del Grand Prix Semilampo Bresciano, sono almeno dieci i tornei rapid omologati, oltre ad altri rapid e lampo. Da quest'anno, inoltre, sono in programma tornei a tempo lungo validi per il punteggio Elo e l'acquisizione delle categorie, come il FW Autunno Scacchistico Bresciano. Tutto questo, senza dimenticare l'organizzione di Tornei Giovanili e Campionati Istituzionali.
In aumento, dopo anni di stasi, anche il numero di Circoli sul territorio che da 3 sono passati a 5 nel 2018, grazie alla continua opera di diffusione svolta dai corsi di scacchi a scuola. Da sottolineare, sotto questo aspetto, la fattiva collaborazione fra i Circoli che tentano di coordinare le varie attività sul territorio provinciale.
Con queste premesse vi starete preparando all'elogio dell' ottimo e buon lavoro che ha portato al successo degli scacchi in Brescia. In realtà vorrei, partiamo però dall'evidenza. La nostra disciplina non è praticata che dallo 0,01% della popolazione bresciana. Passiammo, allora, alla disperazione? No, ritorniamo all'evidenza, in ogni manifestazione scacchistica in piazza, le scacchiere sono tutte occupate da giocatori di scacchi. Bene, facciamo una pausa e cominciamo a dare i numeri.


Si nota, con molta chiarezza, che il totale dei giocatori tesserati è in aumento. Con altrettanta evidenza, si vede come tale aumento sia dovuto alla spinta del settore giovanile, mentre rimane pressoché invariato il numero di nuovi adulti tesserati. Persino su scala regionale, dove su 716 nuovi iscritti solo 175 sono adulti, questo dato dovrebbe far quantomeno riflettere.
Aggiungo alcune schede statistiche, troverete nel dettaglio l'andamento dei Circoli e dei Tesserati bresciani lungo l'arco di sei anni, dal 2012 al 2018. In tutte, a mio modesto avviso, potrete notare la domanda principale, che si pone come chiave di lettura per il futuro sviluppo del movimento scacchistico, in Brescia come, penso ma non ho ricercato dati a propostito, in Lombardia e, forse, sul territorio nazionale.














Dove sono tutti quegli adulti, amatori e agonisti dilettanti che si divertono e occupano tutte le scacchiere di ogni manifestazione scacchistica in piazza o altrove? Come mai i Circoli non riescono ad attrarre tutti questi adulti?
L'ultimo grafico riguarda la distribuzione delle tessere nel 2018 in tutta la Lombardia.


Statistiche Tessere Lombardia
Se mettiamo da parte per un attimo le Tessere Agonistiche, la somma delle Tessere Ordinarie più quelle Ordinarie Ridotte non arriva a superare le Tessere Junior. Questo ci porta direttamente alla vera sfida del movimento scacchistico: una politica di avvicinamento ai Circoli di molti amatori, giocatori dilettanti e adulti neofiti. Credo che l'investimento sui giovani sia a lungo termine, e porterà, senza dubbio, i suoi frutti nel futuro. Serve ora, tuttavia, da parte di tutti gli attori, Federazione, Comitati e Circoli un investimento maggiore nella diffusione degli Scacchi presso un pubblico più vasto e differenziato; una organizzazione che non favorisca solo chi è all'interno di un circuito, ma provi a coinvolgere maggiormente chi agli scacchi si avvicina e se ne allontana perché non gli si offrono altre possibilità.
A chi si nasconderà dietro la supremazia di Internet, rispondo che le scuse non hanno mai portato alle azioni, tantomeno hanno mai realizzato progetti.

lunedì 3 settembre 2018

5° Memorial Ricci Curbastro

Quale parola riuscirebbe meglio a coniugare la Franciacorta, Settembre e Capriolo?
Bresciani sorridenti e stupiti alla e dalla domanda, con la risposta a fior di labbra, già sollevano le braccia e vorrebbero essere i primi a premere il pulsante di un così facile quiz.
La Franciacorta, seppure divisa da diverse versioni sulla sua etimologia e sulla sua composizione toponomastica, è di certo una delle zone italiane con la più alta produzione di vino spumante, oltre a vantare una viticultura antichissima. Capriolo, situato all'estremità occidentale della Franciacorta, il cui nome deriva probabilmente da quello dell'animale (Capreulus) che un tempo viveva in gran numero nei suoi boschi, è del resto caratterizzato da una campagna coltivata a vite e granturco. Settembre, inoltre, è senza alcun dubbio il mese del vino, con le sue numerose manifestazioni ad esso dedicate.
Sembra retorica, quindi,  la domanda iniziale, ed ogni bresciano sa quale parola meglio di tutte coniuga Settembre, Capriolo e Franciacorta: gli Scacchi, naturalmente!
Dal 15 al 16 settembre torna per la nona edizione il "Festival Franciacorta in Cantina", un'occasione per scoprire castelli, monasteri e strade del vino attraverso numerosi eventi organizzati dalle Cantine franciacortine. Tra questi eventi, per gli scacchisti bresciani, è da segnalare il connubio tra l'azienda Ricci Curbastro e l'Associazione Scacchi Franciacorta che, sabato 15 settembre, daranno vita alla Quinta Edizione del Memorial Gualberto Ricci Curbastro.
Questo appuntamento, che vede i giocatori impegnati in un torneo di 7 partite a cadenza semilampo (12 minuti più 3 secondi a mossa), è in realtà una delle manifestazioni storiche del bresciano. Quella che andrà in scena tra un paio di settimana è, infatti, l'Undicesima Edizione. Il torneo solo da cinque anni è stato intitolato alla memoria di Gualberto Ricci Curbastro, negli anni precedenti, seppure in via non ufficiale, la manifestazione era riconosciuta e sentita dagli scacchisti, per la forza dei partecipanti, come un vero e proprio campionato semilampo provinciale.
Oggi, sebbene abbia perso questa fama a scapito delle manifestazioni ufficiali, il Memorial Gualberto Ricci Curbastro rimane pur sempre uno dei tornei più forti dell'intera provincia bresciana, un banco di prova per i giovani scacchisti emergenti, oltre ad essere uno dei tornei storici e più caratteristici del panorama provinciale, grazie anche alla costanza dimostrata dallo storico Circolo organizzatore.

INFO E ISCRIZIONI


venerdì 31 agosto 2018

C.I.S. U16 - Fase Regionale Lombardia

Per il terzo anno consecutivo sarà la provincia di Brescia ad ospitare la fase Regionale dei Campionati a Squadre Under 16, manifestazione che permette di qualificarsi alla fase Nazionale. Se negli anni precedenti, tuttavia, l'organizzazione era stata a cura dell'Asd Scuola di Scacchi Torre&Cavallo, quest'anno sarà la neo costituita Asd La Compagnia della Torre a fare gli onori di casa. In un nostro articolo ci eravamo già occupati di elogiare la nascita di questo nuovo Circolo che ha fatto dell'attività giovanile il suo punto di forza.
Sede del Torneo, che si svolge il 16 settembre, non poteva che essere Puegnago del Garda, attorno al quale il movimento scacchistico giovanile ha trovato terreno fertile. Puegnago del Garda è una ridente cittadina localizzata nell'anfiteatro naturale delle colline Moreniche e della Valtenesi. Secondo le testimonianze archeologiche la località è stata abitata fin dall'età del bronzo, mentre il nome sembra derivare da un nome personale in latino Popinius (da cui Popiniacus e il toponimo medievale Puviniaco). Oggi Puegnago fa parte della strada dei vini e dei sapori del Garda, istituita nel 2001. Di interesse storico e architettonico sono, infine, il Castello di Puegnago con la sua torre, e molte chiese. Tra le curiosità da visitare, invece, segnaliamo l'oasi naturale dei Laghi di Sovenigo, tre specchi di acqua dove nel più grande di essi, in luglio ed agosto, è possibile ammirare la fioritura dei fiori di loto, importati, secondo la tradizione, dal Giappone.
L'edizione del 2017 del C.I.S. U16, giocata anch'essa quasi per caso e per cause di forza maggiore a Puegnago del Garda, ha avuto un'ottima partecipazione con la presenza di 41 squadre per un totale di 182 giocatori in rappresentanza di 11 Associazioni della Lombardia. Ottimi sono stati anche i risultati ottenuti dalle compagini bresciane che in tutte le categorie, U10, U12 e U16, hanno ottenuto la qualificazione alla fase Nazionale. La speranza, inutile a scriverlo, è non solo quella di confermare questo successo, ma anche quella di vedere crescere la partecipazione di questa importante manifestazione istituzionale che, anche alla luce di tutti gli ottimi risultati ottenuti dai giovani scacchisti italiani, costituisce le fondamenta stesse del futuro degli Scacchi, in Provincia, in Regione e in campo Nazionale.
Il torneo si svolgerà presso il Palazzetto dello Sport ed impegnerà i giovani scacchisti per tutto il giorno, a partire dalle ore 9:30, con sei partite rapid (30 minuti a giocatore per tutta la partita). Sono previsti anche premi per le migliori scacchiere. Potete, ad ogni modo, visionare il Bando sul sito ufficiale del Circolo organizzatore o sul sito istituzionale del Comitato Regionale della Lombardia e, per i più pigri, cliccare sui link sottostanti.